Come Potenziare un PC Portatile? I Migliori Trucchi

come-potenziare-un-pc-portatile

Il tuo computer si “blocca” spesso? I programmi e le applicazioni impiegano troppo tempo per funzionare?

Il software rileva degli errori quando cerchi di eseguire un’operazione? Se la tua risposta è sì, dovresti considerare la possibilità di ottimizzare il tuo dispositivo.

Nel corso degli anni, i computer tendono a diventare obsoleti, ingombri di cianfrusaglie e virus, quindi non sempre funzionano bene come all’inizio.

Sappiamo quanto sia scomodo lavorare su un computer che risponde lentamente e siamo anche consapevoli che non è sempre possibile sostituire i propri dispositivi con altri più moderni, quindi abbiamo scritto questa guida su come potenziare un PC portatile.

Nelle righe seguenti condivideremo con te tutte le informazioni necessarie per scoprire come aumentare la CPU di un portatile e migliorarne le prestazioni eseguendo qualsiasi compito senza alcun inconveniente. Buona lettura!

Come potenziare un PC portatile in cinque passi

Se il tuo portatile ha un vecchio processore, probabilmente in questo momento stai avendo qualche difficoltà a eseguire compiti semplici come l’esecuzione di un programma, ma non scoraggiarti! Prima di considerare di buttare il tuo computer nella spazzatura e indebitarti per comprarne uno nuovo, ti consigliamo di provare una serie di soluzioni che ti aiuteranno ad aumentare la sua velocità e le sue prestazioni. Di seguito, ti spiegheremo in dettaglio come aumentare la CPU di un portatile: buon lavoro!

Passaggio 1: pulisci il disco

La prima cosa che dovrai fare per potenziare il tuo PC portatile è liberare spazio sul disco rigido. Puoi farlo manualmente svuotando il cestino, cancellando la cache o eliminando programmi, giochi, applicazioni e video inutilizzati uno per uno. In alternativa, puoi fare affidamento sulla pulizia automatizzata. In questa sezione ti spieghiamo come procedere in quest’ultimo caso.

Windows 10

  1. Clicca sul menu Start (rappresentato dal simbolo di Windows).
  2. Seleziona le voci Impostazioni > Sistema > Memoria.
  3. Nella sezione mostrata avrai la possibilità di liberare automaticamente lo spazio attivando la voce “Sensore di memoria”. Puoi anche decidere se vuoi cancellare i file manualmente o se preferisci ottimizzare i dischi rigidi. Scegli le opzioni che pensi siano le migliori per te.

Windows 7

  1. Vai al menu Start di Windows e clicca su Tutti i programmi > Accessori > Strumenti di sistema > Salvaspazio.
  2. Scegli l’unità che vuoi pulire.
  3. Seleziona tutti i file di cui vuoi sbarazzarti nella sezione “File da eliminare”.
  4. Clicca sulla voce “Accetta”.

MacOS

Se hai un computer del famoso brand della mela morsicata, puoi eseguire una pulizia manuale del disco. In questo caso, dovrai semplicemente eliminare i file che non utilizzi più o che occupano troppo spazio. Ti consigliamo di sbarazzarti dei dati duplicati, dei vecchi backup e dei file DMG. Se non vuoi farlo manualmente, puoi sempre usare programmi come CleanMyMac X per rendere il lavoro più facile.

Passaggio 2: arresta i processi automatici

Mentre alcuni processi che si avviano automaticamente sono indispensabili per il corretto funzionamento del tuo dispositivo, come l’antivirus, altri sono lì solo per rallentare il sistema. Per evitare che questi programmi vengano eseguiti quando accedi al computer portatile e quindi migliorare le prestazioni della CPU, ti consigliamo di seguire le seguenti istruzioni:

Su Windows 7 o superiore

  1. Digita MSconfig nella barra di ricerca (situata nell’angolo in basso a sinistra).
  2. Apri la voce “Configurazione del sistema”.
  3. Nella scheda “Avvio” potrai vedere tutti i programmi che si avviano quando si accende il computer. Deseleziona quelli che non sono utili e seleziona “Disabilita”.

Su MacOS

  1. Vai nella barra delle impostazioni in alto e seleziona la voce “Preferenze di sistema”.
  2. Clicca su Utenti e gruppi e scegli l’utente a cui applicare le modifiche.
  3. Ora, vai alla scheda “Elementi di accesso” e clicca sulle applicazioni e sui programmi che vuoi disabilitare.
  4. Seleziona l’elemento meno (-) per confermare l’operazione, ed è fatta!

arresta-i-processi-automatici

Passaggio 3: disinstalla i programmi

Uno dei modi migliori per aumentare la CPU e le prestazioni di un PC portatile è quello di disinstallare i programmi e le applicazioni che non si usano più. Alcuni di essi possono essere molto pesanti, contribuendo a rallentare i processi del computer. Per farlo, basta seguire queste semplici istruzioni:

Su Windows 7 o superiore

  1. Fai clic sul menu di avvio.
  2. Seleziona la voce Impostazioni (“Pannello di controllo” nel caso di Windows 7).
  3. Vai alla sezione Programmi.
  4. Seleziona il programma di tua scelta.
  5. Clicca sull’opzione “Disinstalla”.

Su MacOS

  1. Vai al Dock e clicca su Launchpad.
  2. Trova l’applicazione che vuoi eliminare.
  3. Tieni premuto il tasto Opzione (⌥) finché le App non iniziano a muoversi.
  4. Clicca sul pulsante Rimuovi accanto all’applicazione che vuoi disinstallare.
  5. Clicca nuovamente su Elimina per confermare l’operazione. L’applicazione dovrebbe essere rimossa automaticamente.

Passo 4: deframmenta il disco rigido

Un’altra soluzione efficace per potenziare la CPU e velocizzare il tuo PC portatile è deframmentare il disco rigido. Non sai come fare? Non preoccuparti, è più facile di quanto si possa pensare.

In Windows 10

  1. Nella barra di ricerca digita “Deframmenta e ottimizza le unità”.
  2. Esegui l’applicazione che appare sullo schermo.
  3. Clicca sull’icona del disco rigido che vuoi deframmentare.
  4. Clicca sul pulsante Analizza > Ottimizza.

Passo 5: esegui un esame approfondito

I rallentamenti sono spesso causati da virus e spyware che si infiltrano nel sistema, motivo per cui è estremamente importante eseguire una scansione completa del computer. Se, infatti, i malfunzionamenti sono causati da un programma maligno, questa operazione dovrebbe potenziare e migliorare un po’ il sistema.

modificare-l'hardware

Modificare l’hardware per ottimizzare il PC portatile

Oltre ad agire sul software del computer per migliorare le prestazioni e la velocità, è anche possibile cambiare alcuni componenti hardware se si vuole massimizzarne le prestazioni. In questa sezione, ti diremo quali elementi dovresti considerare di sostituire per raggiungere con successo la tua missione e ottenere un computer più efficiente.

Acquista un nuovo SSD

Vuoi diminuire significativamente le latenze del tuo computer? La cosa migliore da fare è sostituire il suo disco a stato solido (SSD) con uno più efficiente. Naturalmente, questo non sarà un compito facile da eseguire su un PC portatile, quindi ti consigliamo di consultare uno specialista per vedere se questa è l’opzione migliore per te. Se non vuoi complicarti troppo la vita, potresti anche scegliere di installare un disco rigido esterno: ti aiuterà sicuramente a potenziare il tuo computer!

Aggiungi più RAM

I computer con poca RAM tendono a essere più lenti e più frustranti da usare. Per questo motivo, ti consigliamo di controllare quanta RAM ha il tuo dispositivo e quanta ne potresti installare in aggiunta.

Esegui la manutenzione interna del sistema

Se hai deciso di aprire il tuo computer per installare un nuovo SSD, ti consigliamo anche di effettuare la manutenzione dei componenti interni, soprattutto delle ventole. Ricorda che l’accumulo di polvere su questi meccanismi causa il surriscaldamento del computer e, di conseguenza, riduce le prestazioni.

È possibile cambiare il processore?

Probabilmente una delle soluzioni più efficaci per ottimizzare le prestazioni del tuo PC portatile è cambiare il processore con uno più potente, ma quando è possibile questa operazione? Anche se a prima vista cambiare il processore sembra un compito irrealizzabile perché la CPU è saldata alla scheda madre con il processore stesso, tutto dipende dal modello di portatile e dal tipo di presa di cui è dotato. Se il PC portatile è dotato di prese LGA o PGA, sarà possibile effettuare l’operazione e migliorarne il processore.

In poche parole

Potenziare il tuo dispositivo senza doverlo resettare alle impostazioni di fabbrica è del tutto possibile. In generale, tutto quello che dovrai fare è eliminare i file spazzatura, arrestare i processi automatici, disinstallare i programmi inutilizzati, deframmentare il disco rigido ed eseguire una scansione per potenziali minacce. D’altra parte, se vuoi aggiornare il tuo computer, avrai anche bisogno di sostituire il tuo SSD, installare più RAM e mantenere pulite le ventole.

Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 0 Media: 0]
Redazione

Redazione

Leave a Reply

About

Il sito specializzato per i router 4G LTE e ripetitore WiFi. Test, news recensioni e confronti trovano i loro contenuti inconfondibili nell’universo di Internet mobile.

Recent Posts

Comparativa

router 4g asus cat 6
4G Fisso

Migliori Router 4G Portatile

Scegliere il router 4G portatile giusto nel 2020

Router 4G fisso
miglior router 4G portatile
4G Portatile

Migliori Router 4G Portatile

Scegliere il router 4G portatile giusto nel 2020

Router 4G portatile
ripetitore wifi
Ripetitore Wifi

Migliori Ripetitore Wifi

Scegliere il ripetitore WiFi giusto nel 2020

Ripetitore Wifi

Sign up for our Newsletter