Velocità 4G & 4G+: Teoria e realtà.

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Nella vita ci sono aspettative e realtà. Nell’informatica, sia che si parli di velocità di rete, sia che si parli di altri metodi di connessione, esistono velocità teoriche e velocità reali. Quando parliamo di 4G o 4G+, veniamo elogiati per le velocità incredibili, che superano tutto ciò che è già stato fatto, e che vi permetteranno di cambiare profondamente le vostre abitudini. Ma che dire delle velocità reali che queste tecnologie offrono?

Velocità teoriche e reali

Prima di parlare di 4G o 4G+, un po’ di vocabolario. Quando un produttore lancia una nuova tecnologia, o un nuovo prodotto, è nel suo interesse che il miglioramento apportato da questo nuovo marchio attiri l’attenzione.

Per rispondere a questi due problemi, i produttori (e gli addetti al marketing) hanno trovato una parata: il “massimo teorico”. Questo massimo teorico è una cifra che viene calcolata in laboratorio ponendo il prodotto da testare nelle condizioni più ottimali, condizioni di laboratorio in breve. I test vengono quindi eseguiti con un determinato protocollo, derivato da determinati standard.

Ad esempio, quando un produttore di ripetitori wifi vi dice una certa velocità, vi accorgerete subito che non è così. Perché non è così? Perché i test saranno effettuati in laboratorio in condizioni favorevoli al prodotto del produttore ma che non esistono nella vita reale! Qui si tratta di un ripetitore wifi che serve da esempio, ma è lo stesso per molti altri prodotti.

La velocità massima di un hub USB 3, ad esempio, che è valida solo se ad esso è collegato un solo dispositivo, la durata di utilizzo di un laptop testato con la luminosità dello schermo al minimo e tagliando alcune funzioni come il Bluetooth o anche il WIFI.

Ma la vita non è un laboratorio! Se si stampa più del 15% del testo sulla propria pagina, se si include un’immagine, se le condizioni non sono ottimali (e non lo saranno), spesso le cifre fornite dai produttori possono essere facilmente dimezzate.

Ed è esattamente lo stesso per le velocità di trasmissione dati pubblicizzate dei nostri diversi standard di rete. Da Wifi n a 300 Mb/s? Sì, proprio così, in laboratorio. Nel vostro soggiorno, le interferenze, i blocchi elettromagnetici indotti da un acquario, o il forno a microonde in cucina, per esempio, causeranno una diminuzione di queste velocità. Tutto questo senza menzionare lo spessore delle vostre pareti, la loro composizione, le altre reti Wifi a portata di mano… Insomma, notizia dell’ultima ora, la vita non è un laboratorio.

Velocità 4G+: tutto dipende dalla vostra posizione.

È la stessa cosa con la vostra connessione mobile. Ci sono molte cose che possono influire, e influenzeranno, la velocità che ci si può aspettare. La distanza dalla stazione base, l’ambiente, sia all’interno che all’esterno, i diversi disturbi magnetici che possono trovarsi nelle vicinanze, il grado di isolamento dei materiali che vi circondano in qualsiasi momento.

Ad eccezione del 4G LTE, che in realtà non è 4G, la portata massima teorica è di 150Mb/s per il 4G tradizionale e di 300Mb/s per il 4G +. Tuttavia, per tutti gli operatori e per tutti i paesi insieme, questa velocità è molto raramente raggiunta, per i motivi sopra esposti.
L’attenzione è media, è abbastanza ovvio che chi si trova vicino ad un’antenna a relè, sarà in grado di raggiungere cifre molto più alte, 120, 130 Mb/s, e in 4G+ fino a più del doppio. È quindi possibile avvicinarsi alle portate teoriche, e più il tempo passa, più la maglia dell’antenna a relè lo permetterà. Inoltre, il 4G è in costante evoluzione e consente portate sempre più elevate.

Ciò che è quindi importante non è la portata media, ma piuttosto il vostro caso particolare. Soprattutto se si ha un reale bisogno di 4G, ad esempio, se si prevede di installare un router 4G.
Con il miglioramento della tecnologia, è possibile godere di un’eccellente velocità di navigazione in Internet mobile, a condizione che si sia ben posizionati e che si scelga attentamente il proprio operatore. Combinando questi due fattori, ci si avvicina alle velocità massime teoriche, senza raggiungerle.


Parliamo di un’ottima velocità ADSL quando la vostra linea è in grado di fornire 40 o 50 Mb/s. Alcune linee offrono 95 Mb/s in VDSL2, altre non superano i 20. In tutti questi casi, la maggior parte dei servizi offerti da Internet può ancora essere utilizzata in condizioni abbastanza buone. La velocità reale di 4G o 4G+ dovrebbe quindi essere messa in prospettiva, perché se, nel vostro caso, non raggiungete i 300 Mb/s, e siete al massimo a 150, non dimenticate che siete ancora ben al di sopra di quello che la maggior parte delle linee fisse può fornire!

Ecco perché sempre più persone stanno abbandonando la tradizionale linea in rame dei nostri ancestrali telefoni fissi per utilizzare la rete mobile per il loro accesso a Internet.

In conclusione, le velocità di trasmissione dati teoriche sono solo teoriche, ma, il progresso della tecnologia così come le crescenti attrezzature del territorio, fanno sì che le velocità di trasmissione dati reali si avvicinino sempre più a queste cifre teoriche.

Rit

Rit

Leave a Reply

About

Il sito specializzato per i router 4G LTE e ripetitore WiFi. Test, news recensioni e confronti trovano i loro contenuti inconfondibili nell’universo di Internet mobile.

Recent Posts

Comparativa

router 4g asus cat 6
4G Fisso

Migliori Router 4G Portatile

Scegliere il router 4G portatile giusto nel 2020

Router 4G fisso
miglior router 4G portatile
4G Portatile

Migliori Router 4G Portatile

Scegliere il router 4G portatile giusto nel 2020

Router 4G portatile
ripetitore wifi
Ripetitore Wifi

Migliori Ripetitore Wifi

Scegliere il ripetitore WiFi giusto nel 2020

Ripetitore Wifi

Sign up for our Newsletter